Leggiamo un libro in classe? Consigli per le letture del prossimo anno scolastico

Buon giorno colleghi, durante l’estate abbiamo un po’ di tempo libero e così possiamo dedicarci a qualche bella lettura. Non so voi, ma io spesso leggo tutti i libri che durante l’anno mi ero ripromessa di leggere e mi concentro soprattutto su quelli che ritengo possano essere validi per le mie classi. Quest’anno, con una collega, abbiamo pensato di scegliere un testo che potesse andare bene per le nostre future terze. Gironzolando in libreria ne ho trovato uno che sembrava facesse proprio al caso nostro e così , dopo averlo acquistato, ho pensato di contattare l’autrice per farmi raccontare qualcosa in più. Da qui nasce l’idea di questo post.

Ho conosciuto l’autrice Cinzia Milite e oggi ve la presento.

Maestra Elena: Carissima Cinzia, e quando hai deciso di cominciare a scrivere racconti per bambini ?

Cinzia Milite: Ho cominciato a scrivere a quarantadue anni con l’intento principale di inventare storie per mio figlio, che all’epoca aveva sette anni.  Mi ero prefissa di trasmettergli i valori in cui credo attraverso storie avventurose, nelle quali fossero protagonisti bambini come lui. Mi sembrava un’idea carina quella che a  dare “lezioni di vita” fosse qualcuno emozionalmente più vicino a lui, come i protagonisti delle mie storie.

M.E : Cosa caratterizza i tuoi testi?

Cinzia Milite: Credo che a caratterizzare le mie storie siano i pensieri tipici dell’età infantile, le preoccupazioni che affollano la mente dei bambini, i dubbi e le domande che spesso non trovano risposte e quel senso di inadeguatezza, d’impotenza di fronte a situazioni nuove. I piccoli lettori calandosi nei protagonisti delle storie, attraverso lo snodarsi avventuroso delle vicende vengono condotti a “tesori” che non avrebbero immaginato di possedere e a risorse inaspettate.

 

Cinzia , al nostro incontro , ha portato tre dei suoi romanzi.

Abbiamo parlato a lungo e lei mi ha raccontato le trame, gli intrecci e mi

ha fornito anche qualche spunto operativo.

Oggi voglio presentarveli, forse qualcuno di voi li avrà letti e potrà

commentare facendoci sapere cosa ne pensa.

 

 

 

 

 

Il primo è questo:

SOTTO LO STESSO SOLE.  Raffaello Editore

Questa storia che io ritengo poter essere una lettura adatta a bambini di classe terza, è scritta in modo semplice e scorrevole. Lo scopo dell’autrice è quello di far intuire ai piccoli lettori il vero significato di sentimenti come l’amicizia, valore che oggi, spesso di fronte a tanto benessere, viene poco compreso nel suo significato essenziale.

QUI  https://www.sololibri.net/Sotto-lo-stesso-sole-Cinzia-Milite.html trovate una bella recensione con il riassunto dell’opera.

Il secondo testo invece mi sembra più adatto ad una classe quarta, IL REGALO DELLA SIGNORA B

Questa è la storia di Lorenzo, un ragazzino che ama trascorrere il tempo a combinare malefatte di vario genere, e che trascura l’anziana nonna che invece avrebbe bisogno della sua compagnia, ma un giorno accade qualcosa di inaspettato … Al centro del racconto c’è il rapporto con il TEMPO che passa e anche una certa attenzione al significato della parola CURA, del prendersi cura di qualcosa o qualcuno, cosa che necessita tempo ma ancor prima volontà. Al termine del libro ci sono alcune proposte operative per i bambini.

Qui potete trovare una bella recensione del testo

http://chelibroleggere.blogspot.com/2018/02/recensione-il-regalo-della-signora-b.html

L’ultima proposta che personalmente ritengo adatta ad una classe quinta , anche come lettura consigliata a fine quinta per le vacanze è la seguente:

DIEGO CORTES E IL GIORNO FUORI DAL TEMPO

“Il battere dei tamburi che li aveva accompagnati durante il cammino, risuonava sempre più forte, ma si resero conto con meraviglia e stupore, che il vecchio aveva ragione. Non era un semplice suono di tamburi quello che udivano, ma il pulsare potente e vitale del cuore della terra…”

Diego Cortes e il giorno fuori dal tempo

Diego, dall’età di cinque anni si ritrova solo dopo la scomparsa dei suoi genitori e viene quindi affidato alla nonna, un’eccentrica vecchietta discendente dal popolo Maya. In quella casa c’è un misterioso giardino che nasconderà segreti e avventure straordinarie, un passaggio in un mondo lontano dove il tempo sembra essersi fermato.

Queste e moltissime altre informazioni, proposte di lavoro e informazioni relative alla possibilità di incontrare a scuola l’autrice dei romanzi potrete trovarle sul sito ufficiale di Cinzia

https://www.cinziamilite.com/

Che dire, questo incontro è stato decisamente una piacevole scoperta, ora non mi resta che immergermi nella lettura.

Buona giornata a tutti e grazie a Cinzia per la sua disponibilità

Maestra Elena

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi